Sesso Orale: come proteggersi dalle MTS


SESSO ORALE: Fatelo Sicuro!

“Come può essere sicuro il sesso orale?” Questa domanda è stata sulla bocca di tutti (il gioco di parole è voluto) per almeno tutto l’ultimo ventennio. Il problema in questione è la trasmissione di MTS (Malattie Sessualmente Trasmissibili) tramite il sesso orale. Con le percentuali di MTS in aumento, dovremmo tutti trovare un modo per mantenerci sani e sicuri in ogni aspetto dell’attività sessuale.

Il sesso orale sicuro presenta in primo luogo la questione di prevenzione dalle trasmissioni di MTS, non delle nascite, ma questo non è un buon motivo per sottovalutare la cosa. Le pratiche sessuali sicure sono importanti a prescindere dal tipo di sesso. Qui vi offriamo informazioni sulle MTS che possono essere, o si ipotizza, trasmesse oralmente, insieme a qualche suggerimento sulla giusta pratica del sesso orale sicuro.

Sesso orale e MTS

HIV/AIDS

I resoconti possono variare, ma vi sono prove certe che l’HIV sia difficilmente trasmissibile oralmente. Il dottor Jeffrey Klausner è uno specialista delle trasmissioni delle MTS e ha scoperto alcune cose interessanti durante il suo lavoro nell’area di San Francisco (USA). Il Dr. Klausner sostiene che l’HIV sia davvero difficile da trasmettere oralmente. Dopo uno studio effettuato su 239 uomini omosessuali e bisessuali, il 28% dei quali sapeva che il proprio partner era positivo all’HIV, su nessuno di essi è stata riscontrata la trasmissione del virus. Da ciò il Dr. Klausner ha concluso che sia quasi impossibile trasmettere l’HIV oralmente.

Ulteriori ricerche in Spagna hanno esaminato 110 donne e 25 uomini, tutti in salute (negativi all’HIV), che hanno avuto partner positivi all’HIV per 10 anni, tuttavia nessuno di loro è risultato positivo alla trasmissione di MTS. Da queste ricerche si deduce che la trasmissione dell’HIV non è un rischio concreto durante il sesso orale. È importante notare comunque che l’HIV è risultato trasmesso tramite la pratica del sesso anale, rendendo sospetto il contatto orale-anale, specialmente in presenza di lesioni o infiammazioni.

Gonorrea

Questo batterio causa spesso dolore pelvico e rilascio di fluidi (dall’uretra o dalla vagina rispettivamente per uomini e donne). Di solito è portata da donne prive di sintomi e, sebbene raramente, è stata accertata la trasmissione orale. Ancora oggi la ricerca non porta a risultati soddisfacenti per comprendere quanto possa essere effettivamente virulento oralmente.

Epatite

Questo gruppo (Epatiti A, B e C) è spesso trasmesso tra fruitori di droghe somministrate con iniezione, ma ci sono rare attestazioni di trasmissioni orali. L’Epatite B è la più preoccupante e può causare danni cronici e malattie al fegato. L’Epatite A è più comunemente diagnosticata e di solito non è grave, ma è facilmente trasmessa tramite il contatto orale-anale piuttosto che attraverso il sesso orale con pene o vagina.

Sifilide

Mentre la maggior parte degli esperti concorda nell’esistenza di rischio di trasmissione della sifilide tramite il contatto orale con i genitali, è difficile quantificarne le percentuali. Ulcere o sifilomi iniziali sono presenti quando la malattia è attiva, quindi nel caso in cui siano visibili infiammazioni aperte attorno o vicino l’area della bocca o dei genitali, ancora una volta, anche il sesso orale è da evitare.

Herpes Simplex Virus (HSV)

Anche per questa malattia la ricerca non è ancora in grado di quantificare il tasso di contrazione tramite sesso orale. La malattia si manifesta in maniera diversa su uomini e donne. Sulle donne può apparire come un’infezione pelvica o come un problema di fertilità, con sintomi esterni minimi o inesistenti. Sugli uomini si manifesta attraverso dolori e perdita di fluidi dall’uretra. Come già detto ci sono poche prove a dimostrazione della trasmissione orale ma l’agente patogeno è stato isolato nelle gole di uomini e donne, di conseguenza in presenza di tali sintomi è meglio evitare il sesso orale.

Infezioni batteriche nel tratto gastrointestinale

Ci sono poche prove certe che altri virus siano trasmissibili tramite sesso orale o anale, inclusi la Salmonella, lo Shigella e il Campylobacter. Di solito non sono infezioni gravi ma possono risultare dolorose e richiedere l’uso di antibiotici pesanti per ripulire l’organismo. Se da un lato ci sono stati rari casi mortali di Salmonellosi e Shigellosi, la maggior parte degli individui si sono ripresi velocemente. Se sospettate qualcosa rivolgetevi al vostro medico.

Precauzioni

La morale è che la pratica del sesso sicuro riguarda anche il sesso orale così come quello convenzionale. Come avrete già immaginato le precauzioni sono quasi le stesse. Il metodo contraccettivo più ovvio è l’evitare il contatto con partner (specialmente se nuovi) che presentano palesi lesioni sulla pelle della bocca o dei genitali. Qualsiasi forma di frattura della pelle, escrescenze, ulcere o bolle in bocca o nella zona pelvica è un chiaro segno di qualcosa di anomalo, inutile dire che anche in questo caso il contatto orale è da evitare.

Inoltre, per uomini e donne la miglior cosa da utilizzare è il preservativo (per la fellatio) oppure il dental dam (per il cunnilingus). Molte persone scelgono preservativi aromatizzati per evitare il sapore del lattice nudo e crudo. I Dental Dam non sono così facilmente reperibili come i preservativi, ma un preservativo può essere modificato per l’occasione.

Ricavare un Dental Dam da un preservativo è un processo facile. Tagliate la cima e il fondo del preservativo, lasciando la sezione di mezzo intatta e simile ad un tubo. Tagliate uno dei lati del tubo ed eccovi servito un pratico ed economico Dental Dam di media qualità (ciò dipende dalla marca del profilattico).

Per quanto riguarda l’analingus si può usare comunque un dental dam. Per questa forma di sesso orale bisogna dedicare particolare attenzione alla pulizia, quindi pulite delicatamente la zona prima di iniziare questa pratica, evitando di procurare microlesioni alla pelle circostante. Qualcuno ha suggerito che lavarsi i denti e pulirli con il filo interdentale prima del sesso orale può aiutare a prevenire infezioni; questo mito però può risultare pericoloso: pulirsi i denti in questo modo può causare microlesioni orali che possono aumentare i rischi di infezione.

In assenza dei metodi contraccettivi sopra citati, gli uomini possono evitare l’eiaculazione nella bocca del partner onde evitare rischi di trasmissione. Ulteriori precauzioni includono l’evitare il frizionamento violento o profondo nella bocca poiché può causare simili lesioni nei tessuti molli della gola.

Conclusioni

Nonostante il sesso orale sia indiscutibilmente più sicuro del contatto sessuale convenzionale, persistono gli stessi rischi associati. Semplicemente, bisogna sempre stare attenti a cosa si fa, con chi o come, quindi prendete le giuste precauzioni!

Avete un solo corpo, quindi vi incoraggiamo a prendervi cura di esso con le adeguate pratiche di sesso sicuro.

Lascia un commento