Sesso e sonno: quanto siano legate l’ uno con l’ altro.


Se la tua vita sessuale è carente, forse dovresti prestare attenzione all’ altro grande passatempo da camera da letto: dormire.

L’esperta di sesso Laurie Mintz ritiene che sonno e sesso siano inestricabilmente legati, una causa nascosta dei problemi sessuali potrebbe essere l’ insonnia come  l’ insonnia potrebbe essere causa di problemi a letto.

Laurie, autrice di Becoming Cliterate, spiega per The Conversation che un americano su tre non dorme abbastanza, e quasi la metà delle donne e un terzo degli uomini sono preoccupati per la loro vita sessuale.

Più dormi maggiore è il desiderio sessuale

Un recente studio fatto su donne che frequentano il college, per il Journal of Sexual Medicine, ha indicato che se una donna dormiva per un’ora in più, avrebbe avuto il 14% di possibilità in più di fare sesso il giorno seguente.

Allo stesso modo, lo studio ha rilevato che maggior riposo corrisponde a una maggiore eccitazione. Dormire di più quindi equivale ad avere una migliore vita sessuale.

La stanchezza nelle nuove mamme può avere un impatto negativo sul loro desiderio sessuale

La National Sleep Foundation ha riferito che le  neo mamme hanno meno probabilità di dormire bene la notte, questo causa l’ interruzione del’ attività sessuale, perché non trovano il tempo o sono troppo stanche durante il giorno.

La mancanza di sonno e stress rilascia l’ormone cortisolo, che diminuisce il testosterone, che svolge un ruolo importante nello stimolo del desiderio sessuale.

Un altro studio ha indicato che anche se i nuovi padri sono passivi di notti insonni e stress, hanno meno calo di del desiderio di sesso, perché hanno nel loro organismo maggiore testostrone.

Un orgasmo può portare ad un sonno migliore

Laurie continua a spiegare come è vero il contrario: “Mentre il sonno (e lo stress) hanno un effetto sul sesso, il […] sesso influenza il sonno (e lo stress)”.

Secondo l’esperto di sesso Ian Kerner, la mancanza di sesso può causare insonnia e irritabilità, e c’è persino la prova che il cortisolo diminuisce dopo l’orgasmo e l’ossitocina “ormone dell’amore”, che viene rilasciata dopo l’orgasmo, porta a un sonno migliore.

Laurie ci consiglia di “rendere la camera da letto un rifugio esclusivo per le gioie del sonno e del sesso”, quindi forse vale la pena passarci sempre più tempo.

Lascia un commento