QUANDO GUARDARE MATERIALE PORNOGRAFICO DIVENTA DIPENDENZA


SCOPRIAMO INSIEME QUALI SONO I CAMPANELLI D’ALLARME CHE CI STANNO DICENDO: ” E’ IL MOMENTO DI CHIEDERE AIUTO”

pornodipendenza

Secondo uno studio della Società Italiana di Andrologia Medica e Medicina della Sessualità (SIAMS), il 25% dei giovani compresi in un’età tra i 14 e 25 anni trascorre troppo tempo collegato a siti internet porno.

La dipendenza dalla pornografia è una problematica psico-sociale collegata prevalentemente allo sviluppo di internet grazie al quale è stato possibile superare le barriere spazio-temporali.

Una caratteristica del fenomeno della porno-dipendenza è sicuramente l’elemento compulsivo agevolato in questo caso dalla possibilità, che la rete offre, di una fruizione di materiale pornografico semplice e immediata.

Nei siti pornografici si svolge tutto in una cornice che definirei “ autistica masturbatoria” priva di interazione e che, inevitabilmente porta a fenomeni dissociativi, quello che si vede non corrisponde alla realtà di tutti i giorni!

Un altro incentivo è dato dal fattore economico e dall’accessibilità a questo tipo di siti web; i costi sono molto bassi o spesso nulli e per accedervi non sempre bisogna immettere password o iscrizioni particolari.

Questi fattori facilitano incredibilmente le persone a passare da una fruizione occasionale ad un vero e proprio abuso, con la manifestazione di comportamenti del tutto simili agli effetti da “dipendenza da droga”,
passando per le stesse fasi:

– ASSUEFAZIONE, – ASTINENZA, -SINTOMI PSICHICI E FISICI, PROBLEMI RELAZIONALI NELLA SFERA FAMILIARE, CON I PARI E NEL LAVORO.

In altre parole si tratta di un fenomeno in aumento che comporta conseguenza in vari aspetti della vita delle persone, comprendendo non sono implicazioni psicologiche ma anche fisiche e sociali.
La porno-dipendenza NON E’ COLLEGATA a carenza di partner o di attività sessuale; difatti si può manifestare in soggetti single ma anche con una RELAZIONE STABILE.

MA QUALI SONO LE CARATTERISTICHE FONDAMENTALI CHE STANNO ALLA BASE DELLA DIPENDENZA DA PORNOGRAFIA?

———-COMPULSIONE:

Si sente il bisogno di visionare materiale pornografico anche più volte al giorno, in maniere ripetitiva e spesso accompagnata da una “masturbazione” compulsiva.

———–PERDITA DI CONTROLLO: il comportamento viene messo in atto in maniera non controllata anche rispetto al tempo trascorso d’avanti a immagini e filmati pornografici. La vita del soggetto viene invasa da pensieri ossessivi riguardanti il mondo del porno.

Inoltre oltre alle conseguenze sopra elencate vanno aggiunte problematiche di tipo psichico logico-personale come :
– il progressivo calo dell’autostima e della fiducia in se stessi
– l’aumento dell’ansia
-sbalzi d’umore
– senso di colpa
-vergogna, stress
– irascibilità
– tensione e disturbi del sonno.

Possono inoltre manifestarsi ulteriori problematiche legate alla sessualità dell’individuo porno-dipendente:
– disturbo del desiderio verso il proprio partner,
– disturbo d’erezione
– eiaculazione precoce e/o ritardata.

Nonostante non esista un profilo emotivo del porno dipendente, molteplici fattori possono agevolarne lo sviluppo:
– BLOCCHI E TENSIONI A LIVELLO FAMILIARE, BASSA AUTOSTIMA ED INTENSA INSODDISFAZIONE GENERALE, SCARSA AFFETTIVITÀ RICEVUTA IN ETÀ INFANTILE E/O SOPRUSI PSICO-FISICI SUBITI, ANSIA E STRESS PERSONALI, LAVORATIVI E/O FAMILIARI.

Le precedenti considerazione ci fanno notare come le cause sono sia interne che esterne, ed è proprio questo mix di fattori che spinge il soggetto porno-dipendente nella ripetizione del comportamento mal sano, nel compulsivo inseguimento di quelle forti emozioni ed attivazioni psico-fisiologiche della quale non riesce più a farne a meno e della quale gli sembra impossibile staccarsi.

 Dott.ssa Giuseppina Pollino
 Psicologa/Sessuologa
 www.tuttacolpadifreud.it

Lascia un commento