Fisting anale e vaginale


Che cos’è il fisting?

La maggior parte delle persone sanno che cos’è il fingering sia nella vagina che nell’ano, la penetrazione è incredibilmente piacevole. (Le dita nell’ano di un uomo, se mosse correttamente, stimolano la sua prostata, ch provoca un piacere incredibile). Le persone sono generalmente abituate all’idea del fingering con più di un dito, ma non molti hanno avuto a che fare con l’idea di inserire un’intera mano nella vagina o nell’ano… ovvero, in parole povere, il fisting.

Sì, è anatomicamente possibile, e sì, può essere estremamente piacevole. È generalmente possibile far sì che tutta la mano entri nella vagina del vostro partner, e alcune persone (maschi e femmine) sono in grado di fare entrare una mano anche nel loro ano. Potrebbe essere molto eccitante, se si è abituati alla penetrazione intensa. Nessuna esperienza è necessaria, per entrambi i sessi, ma il fisting vaginale, se la vostra partner ha un antro abbastanza largo o lo ha già fatto in passato, sarà di certo più semplice. In ogni caso, è necessario iniziare lentamente e andare avanti per gradi.

 

Alcune accortezze prima di rimboccarsi le maniche:

  • Il fisting può provocare lesioni se non fatto correttamente
  • Non si fa chiudendo il pugno e usandolo come se fosse un’ariete
  • Il fisting è una delle tecniche più intime per entrare in contatto, quindi bisogna lavorarci lentamente e delicatamente
  • Non tutti sono in grado o sono disposti ad accettare il fisting, quindi non bisogna forzare la partecipazione
  • L’ano è concepito come un sistema a senso unico (verso l’esterno) e molti membri della comunità medica sostengono che qualsiasi tipo di attività eccessiva che lo sovrastimoli possa comportare danni alla zona

 

Molte cose si sono dette a riguardo del fisting… si discute della tecnica corretta, dei problemi di sicurezza, sulla fantastica sensazione di apertura e sintonia, sul momento magico che due persone possono raggiungere con il fisting: semplicemente perché è un modo incredibilmente intenso di fare l’amore.

La fiducia e la comunicazione tra i partner è essenziale, e tonnellate di olio lubrificante aiutano molto. Bisogna rispettare i limiti del vostro partner e la sua soglia del dolore. La seguente guida è destinata agli adulti consenzienti che desiderano impegnarsi in questo atto, e non ci assumiamo alcuna responsabilità per eventuali danni causati da o a coloro che lo sperimentano.

Alcune regole per lavorare in sicurezza

 

  • Prima di tutto, tagliare e limare le unghie fino a quando ogni dito diventa il più liscio possibile. Le dita toccheranno alcune zone molto delicate (zone che tra l’altro) potrebbero non avere recettori del dolore. Bisogna fare in modo di ridurre al minimo ogni possibilità di causare danni.
  • Utilizzare guanti in lattice. L’AIDS è una questione di vita o di morte.
  • Per il fisting anale, pulire il tratto gastro-intestinale (i clisteri sono fatti apposta).

Procedimento

Passo uno – Assicurati che il tuo partner sia rilassato, eccitato e a suo agio. Quando una donna si eccita, la sua vagina si rilassa, si espande e si allunga; tutte cose molto importanti per far entrare un pugno. Per il fisting anale, l’ano deve essere rilassato allo stesso modo. Se il ricevitore non è rilassato, forzare dentro un oggetto grande come un pugno potrebbe essere molto doloroso, quindi relax e calma sono fondamentali.
Passo due – Utilizza un lubrificante. Anche la vagina più bagnata può richiedere l’uso di un ulteriore lubrificante durante il fisting: più ce n’è meglio è. L’ano non produce lubrificante naturale, quindi un lubrificante artificiale è OBBLIGATORIO! Un guanto di lattice può anche ridurre l’attrito ed è una buona idea per pratiche sessuali più sicure. Provate a utilizzare tanto (e intendo tanto) lubrificante! Mettelo dentro con le dita, cospargerlo ovunque, su tutta la vostra mano, sul dorso e tra le dita; continuate ad applicarne quanto volete: il lubrificante non è mai troppo. (E ricordate, i lubrificanti a base di olio danneggiano il lattice).

Cominciare lentamente

Inizia con uno o due dita e fino ad arrivare a tre e poi quattro. La maggior parte delle persone hanno bisogno di un po’ di tempo per rilassare ulteriormente i loro muscoli, e alcuni possono richiedere diverse sessioni di stretching, settimane o anche mesi, prima di poter effettivamente ospitare tutta la mano.

Si comincia lentamente, con un dito, e con delicatezza. Non abbiate fretta. Siate sensibili alle sensazioni del vostro partner: sta tentando di far aprire il suo corpo a voi, e di ospitare una parte di voi intimamente in profondità. Muovetevi con energia avanti e indietro, e guidatela, con energia e delicatezza, dentro e fuori, facendo andare in trance il vostro partner. Mantenete la comunicazione con il vostro partner; aiutatelo a rilassarsi e dimostrate empatia se in un primo momento è a disagio.

Se parliamo di fisting anale, saprete facilmente quando l’ano del vostro partner raggiungerà il suo limite: l’orifizio si sistringerà improvvisamente. In questo caso non tirare fuori le dita! Rimani dove sei fino a quando la contrazione non si conclude, allora puoi tirarlo fuori. Si può danneggiare più di un muscolo se si tenta uscire nel bel mezzo di una reazione del genere. Ma se succede non preoccuparti, la prossima volta saprai che dovrai andarci più piano (sempre se entrambi vogliono provare di nuovo). Ma supponendo che vada tutto bene …

A becco d’anatra

Quando si raggiungono le cinque dita, ci sei quasi. Qui bisogna essere ancora più sensibili e consapevoli. Il vostro partner sta per volare tra dolore e piacere; un improvviso sussulto e la vagina o l’ano vi vorranno fuori. Se è così, rispettate la reazione ed estraete (lentamente!).

Ma se il tuo partner vuole andare avanti? Allora fai scivolare dentro le nocche, piega il pollice “dentro” le dita fino a formare un pugno allungato, come la forma di becco d’anatra. Non hai bisogno di stringere la mano o cose simili, questa posizione dà alla tua mano la forma di un cuneo che permette di allargare gradualmente il partner mentre si entra. Applicare una pressione costante, ma lenta.

Tutto dentro

Le nocche sono la parte più larga della mano e la parte più difficile da far entrare. Probabilmente si incorrerà in una certa resistenza a quel punto. Attendere fino a quando il vostro partner non è pronto prima di fare il grande salto. Lei / lui potrebbe essere in grado di aiutarvi a farlo entrare (come durante il parto o in un movimento intestinale). Una volta che le nocche scivolano oltre l’anello di muscoli intorno all’entrata vaginale o anale, la pressione diminuirà. A questo punto chiudere la mano in un pugno.
Voilà!

Lasciarsi dirigere

Ascoltate il vostro partner e lasciate che vi dica quando spingere e quando fare marcia indietro, quando aggiungere più dita, e quando è troppo. Il Fisting può causare lesioni muscolari e del tessuto se si va troppo veloce o troppo forte. Qualche disagio durante il fisting è normale, ma solo il ricevente saprà distinguere un fastidio da un dolore.

A questo punto, il vostro partner potrebbe volere o non volere che cominciate a eseguire movimenti delicati con la mano, o stimolare il clitoride o il pene ecc. Il fisting è in grado di produrre sensazioni estremamente intense, così bisogna chiedere al proprio partner quello che desidera. Quando hai finito, chiudi la mano a cuneo di nuovo, e fai scorrere fuori, sempre lentamente e con delicatezza!

Ora inizia il vero divertimento… esplorate, sperimentate e provate tutto ciò che c’è di nuovo dentro la vagina o l’ano del vostro partner per riuscire a compiacerlo!

Lascia un commento